Allenare la mente e sostenere la motivazione, i nuovi obiettivi della nostra società.

Allenare la mente e sostenere la motivazione, i nuovi obiettivi della nostra società.

Allenare la mente e sostenere la motivazione – Il Cus Milano Rugby ha avviato il programma di allenamento mentale e sostegno della motivazione, che durante questa stagione sarà operativo nelle categorie Under 14, Under 16 e Under 18. Il responsabile del programma è il dottore in psicologia Guillermo Espana Sotomayor, che in qualità di performance coach si occuperà di sostenere gli atleti nel loro processo formativo come atleti.

Allenare la Mente - Cus Milano Rugby

La figura del performance coach interviene a sostegno delle diverse figure presenti, inquadrando ed affrontando le problematiche di carattere mentale e relazionale caratteristiche del ambiente sportivo. I temi di principale interesse sono la motivazione, l’organizzazione degli obiettivi, la concentrazione, lo sviluppo della fiducia, la gestione dell’ansia sportiva, la leadership, la coesione di gruppo e la relazione atleta-allenatore.

L’obiettivo finale perseguito dal performance coach è quello di creare un linguaggio comune per tutte le figure presenti che aiuti tutti a dirigersi nella stessa direzione, quella di creare un ambiente che permetta di offrire agli atleti la migliore esperienza sportiva possibile.

Per raggiungere gli obiettivi proposti ed essere realmente efficace, il programma opera a più livelli. Il performance coach interviene sui giovani atleti per favorire la formazione come persone e come sportivi, stimolando la coesione, lavorando sul sostenimento della motivazione e sullo sviluppo delle abilità mentali nello sport e utilizzando il rugby come strumento educativo per trasmettere esperienze sull’organizzazione del agire sportivo e lo sviluppo dell’autonomia.  Interviene anche sui tecnici per migliorare la collaborazione nello staff e per formare in temi di motivazione, comunicazione efficace, sviluppo delle abilità mentali dell’atleta, dinamiche di gruppo e gestione delle problematiche relazionali.

Giorgio Intoppa

Director of Rugby