Domenica amara per le Under 18 del CUS Milano Rugby

Domenica amara per le Under18 del CUS Milano Rugby

Va agli archivi con un misero punto in due gare il secondo weekend di stagione regolare della categoria Under 18 del CUS Milano Rugby. Nel Girone Elite infatti, capitan Toscano e compagni sono stati sconfitti nel derby dall’ASR con il punteggio di 17 a 29 al termine di un match divertente, ben giocato da entrambe le squadre e che ha appassionato il folto pubblico accorso al Giuriati. La squadra Development ha invece ceduto all’Amatori Verbania per 44 a 29 al termine di una partita infinta, caratterizzata da molteplici ribaltamenti di fronte.

“Abbiamo affrontato due partite impegnative e non siamo riusciti ad essere abbastanza cinici per portare a casa il risultato” il commento del tecnico Enrico Borra, “stiamo però crescendo e per questo dobbiamo continuare a lavorare  compatti per cercare di alzare ulteriormente il nostro livello in gara alla domenica. I complimenti vanno, naturalmente, a ASR e Verbania che hanno meritato i successi conquistati sul campo”.

Domenica amara per le Under 18 - Cus Milano Rugby

Una sconfitta che ha però certificato la qualità del carattere del gruppo cussino, abile nel mettere in mostra una ottimo volume di gioco contro una delle formazioni più forti del campionato e capace di rientrare due volte in partita grazie ancora una volta alle buone combinazioni al largo orchestrate da tutto il quindici. La nota dolente sono, ancora una volta, gli errori che hanno impedito al CUS di segnare altre marcature pesanti e che, al contrario, hanno concesso ai cugini di Segrate di andare in meta nel finale per il +12 che ha privato i padroni di casa anche del punto di bonus. A bersaglio capitan Toscano, al rientro da titolare dopo il lungo stop, e un ritrovato Tinelli, mentre ancora ottimo Macchi dalla piazzola autore di un perfetto tre su tre (due trasformazioni è un calcio di punizione).

“Stiamo percorrendo un cammino difficile, iniziato a fine dicembre 2017” ha aggiunto il 43enne allenatore bresciano, “dobbiamo avere pazienza e fiducia nel lavoro che svolgiamo ogni settimana e andare avanti come stiamo facendo perché anche in questa stagione paghiamo un dazio pesante in termini di massa e fisico rispetto alle altre squadre del girone Elite e per questo dobbiamo lavorare il doppio rispetto ai nostri avversari. Detto questo, quando riusciremo ad abbassare il numero di errori gratuiti che ancora commettiamo nei 70 minuti saremo pronti per giocarci partite impegnative come quella di domenica”.

Domenica amara per le Under 18 - Cus Milano Rugby

Sconfitta che brucia anche per la formazione Development, impegnata nel Girone Territoriale n.4 Lombardo. Complice una trasferta complicata, Mian e compagni non sono infatti riusciti ad imporre il proprio gioco sull’ostico campo dell’Amatori Verbania, finendo per capitolare sotto ad un pesante 44 a 29. A parziale consolazione del gruppo formato prevalentemente da ragazzi del 2002, la conquista del bonus offensivo che conferma la qualità della manovra verde-blu e che ha portato in meta Ghedina, Cirò, Bellingeri, Lorenzoni e Fenocchio.

 “Quella della Development è stata una domenica strana” ha concluso Borra, “nonostante tutte le difficoltà siamo infatti riusciti ugualmente a capire come battere una squadra fisica e organizzata come Verbania ma, inspiegabilmente, ci siamo presi una ‘pausa’ dal gioco ad inizio ripresa, proprio quando invece avevamo scelto di accelerare, che ci è costata il match. Queste pause sono gli errori che il gruppo giovane deve immediatamente eliminare dalla prestazione se vuole competere in questa categoria. Sono invece felice per il debutto di un neofita come Federico Fenocchio, il secondo esordio rugbistico assoluto di qualità per il nostro organico in una settimana, e sono decisamente soddisfatto dei progressi mostrati da alcuni elementi del 2002 che lasciano ben sperare per il futuro”.