Il CUS Milano Rugby rilancia: arriva Pippo Frati

Il CUS Milano Rugby rilancia: arriva Pippo Frati

La qualità del progetto e le ambizioni del Club ravvivate con il rinnovo dello staff tecnico: mentre sono in uscita Giorgio Intoppa (Head Coach Seniores) ed Enrico Borra (Direttore Tecnico e allenatore U18), sale a bordo Pippo Frati.

Pippo Frati - Cus Milano Rugby

“Sono rimasto subito affascinato dal progetto del CUS Milano Rugby queste le parole di Frati – un Club ricco di storia che negli ultimi anni si è distinto per i risultati conseguiti a livello giovanile e seniores, che vanta un numero rilevante di giocatrici e giocatori e che, da 2 anni, con la partnership del Gruppo Mediobanca, Conad, e tutti i soci/membri del Club, guida un importante progetto Sportivo/Sociale, per dare opportunità di integrazione,grazie al rugby, a tantissimi ragazzi in tutta la Lombardia e a Milano in particolare. Il programma che mi è stato presentato poggia su due pilastri fondamentali: le strutture del Club, verso le quali saranno indirizzati investimenti importanti, e la competenza tecnica di tutto lo staff di allenatori. È un programma serio e ambizioso, che non riguarderà solamente la prima squadra, ma che mira alla crescita di tutto il Club, con l’obiettivo di riportare Milano nel posto che merita nel panorama rugbistico nazionale. Sono quindi onorato dell’offerta ricevuta dal Presidente Sergio Vicinanza e ringrazio l’amico Diego Dominguez per avere pensato a me”.

Nato a Parma, 46 anni, Frati ha iniziato a giocare nella squadra del suo paese, Noceto, dove ha poi chiuso la carriera da giocatore nel 2008 quando ha intrapreso quella di allenatore.

Ha vestito le maglie di Rugby Noceto, Rugby Parma, Gran Rugby e Colorno, vanta 4 caps con la Nazionale Maggiore tra il 2000 e il 2002.

Da allenatore ha portato la sua Noceto dalla serie A2 al Top 10 con una clamorosa doppia promozione in due stagioni, alla terza stagione sulla panchina del Noceto, diventato nel frattempo Crociati Rugby, centra i play-off scudetto al primo tentativo, da qui il passaggio ai Cavalieri Prato, con i quali gioca due finali scudetto in altrettante stagioni, poi Rugby Rovigo, altre due finali scudetto in due anni e la convinzione in tanti addetti ai lavori di avere gettato le basi per lo storico scudetto rossoblu del 2016. Infine Rugby Viadana 1970, play off scudetto al primo anno.

Tante le motivazioni che hanno portato il CUS a scegliere Frati ha dichiarato il Presidente Sergio Vicinanza –: un curriculum straordinario, l’esperienza decennale come allenatore di alto livello, l’essere conosciuto come “uomo di club”, la totale condivisione di principi e valori etici e comportamentali del Club. Intorno a Frati si costruirà una squadra di alto livello, che vedrà novità e conferme. Confermiamo la grande attenzione al settore femminile, fiore all’occhiello del Club, e al coordinamento tecnico, per il quale si punta a una figura già individuata, con lunga esperienza e consolidata capacità di gestione. Ultimo, ma non per importanza, il settore del minirugby, per il quale si punta al rilancio, affiancando alle figure storiche che hanno portato ai successi del passato, collaboratrici e collaboratori totalmente dedicati. Confermato Marco Ribolzi nel ruolo di General Manager.

Milano, 29 aprile 2019