Diego ha passato la palla, e in cielo è salito un uomo buono, un gigante discreto, che parla sottovoce, ma capace di esplodere in fragorose risate.

Papà Italo l’ha già stretto in un abbraccio, mentre lo piangono i suoi cari, la mamma Maria, la moglie Laura, i figli Christian e Jacopo, e il “fratellino” Fabio.

Piangiamo anche noi, brutta bestiaccia.

Avevamo appena smesso di farlo per Enzo, e ti sei ammalato tu, lasciandoci spaesati e impauriti.

Il 27 marzo ci hai salutati col respiro corto, mentre un’ambulanza, atrocemente in ritardo, ti aspettava.

E noi ci siamo legati a te in una mischia infinita. Abbiamo sperato di avanzare, e con una smorfia abbiamo letto i bollettini medici.

Grave ma stabile.

La mischia non avanza. Ma non retrocede. Diego è in prima linea, il nostro pilone. Solido, affidabile. Non retrocede, buona notizia…

Invece ci siamo ritrovati in lacrime, e la mischia si è trasformata in un grande abbraccio, perché tu, omone grande e grosso, tu che tenevi su tutti, non ce l’hai fatta.

Diego, la palla la raccogliamo noi.

Tu porta in cielo il Biscione del CUS.

E non dimenticare i nostri colori.

Del blu non ci sarà bisogno, ne sarai circondato, e sarà un blu bellissimo.

Il verde prendilo. Un po’ di erba del Giuriati andrà bene, e in questi giorni non fai fatica a trovarla.

Quando sei su, ogni tanto guarda in basso, e cercane ancora.

Ti capiterà di vedere un prato. Allora chiama subito Enzo.

Magari là sotto, su quel prato, ci saremo noi, con la palla che ci hai passato.

Penseremo di giocare come abbiamo sempre fatto.

Ma saremo goffi, e lenti, e vi scapperà da ridere.

Lo faremo insieme perché sentiremo la tua risata contagiosa, e ricorderemo le tue leggendarie salamate.

In alto i boccali per brindare al nostro Pilone e al nostro Coach, e poi canteremo.

“Il canto della mosca”.

“Il Ragioniere”.

“Che bel brindisin”.

E ci mancherai, ci mancherete, ancora.

Alberto, Alce, Alfeo, Alì, Andrea, Andrea, Angelo, Antonio, Antonio, Bissolo, Carletto, Carlo, Chris, Ciccio, Cip, Dario, Dega, Emanuele, Emilio, Eugenio, Fede, Ferdi, Ferdi, Frank, Franz, Francesco, Franco, Fritz, Furio, Gerry, Giaco, Gigi, Giovanni, Giulio, Giuseppe, Ghigo, Grog, Guido, Italo, Leo, Lodovico, Luca, Luca, Luca, Luca, Lucio, Marco, Marco, Marco, Marco, Massimo, Mario, Martin, Matteo, Matteo, Matteo, Mauricio, Mauro, Paolo, Pietro, Pino, Pino, Rada, Raffa, Renato, Richi, Ross, Sergio, Stefano, Stefano, Stefano, Stefano, Stefano, Scorsa, Tosco, Totó, Totó, Titta, Uli, Valerio, Willy.